Heads (2019-2020)

 

Figure proiettate in primo piano sulla superficie di materiali di recupero, dimensione che ci riconduce allo stato di progressivo dissolvimento cui sono soggetti gli stessi volti che vi si imprimono.

I tratti si fanno qui sempre più rarefatti (sottoponendo le identità cui essi fanno riferimento ad un processo dispersivo che al tempo stesso vi attribuisce un aspetto a tratti extracorporeo).

Le stratificazioni di materiale (olio, carboncino, combustione e cera colata) sul supporto rimandano infatti ad un’icona, proiezione interiore diffusa all’interno dell’inconscio collettivo, ed al tempo stesso traccia, memoria residua di un passato ormai recondito.

Head I, Tecnica mista (olio, acrilico, carboncino, cera e combustione) su legno, 150x80 cm, 2019

Head II, Tecnica mista (olio, acrilico, carboncino, cera e combustione) su legno, 170x131,5 cm, 2019

Head III, Tecnica mista (olio, acrilico, carboncino, cera e combustione) su legno, 187X125 cm, 2020