Experienced In The Drawer

 

Intervento installativo e pratica di sparizione

Tecnica mista (Porta oggetti in legno 60x28,5x26 cm riassemblato, busta per lettere 16x11,5 cm, stampe fotografiche 12,5x9 cm, cera e combustione)

Dimensioni variabili

 

Presento verticalmente un cassetto di recupero affinché volga la concavità verso lo spettatore.

All’interno di quest’ultima, leggibile come rimando all’iconografia della nicchia sconsacrata, è infatti appesa centralmente una busta per lettere contenente le fotografie che vanno a chiudere il ciclo dei Papers, e tuttavia non - esposte.

Tre scatti relativamente recenti di cui, pur riconoscendo l’impossibilità di ripresentarsi da parte degli istanti che essi immortalano, tento di conservare la memoria tramite l’azione salvifica di una candela, il cui dripping di cera (derivante da un processo di combustione prossimo alla sparizione) stratifica sulle pieghe della carta, sigillandola e volgendola al recupero.

Experienced In The Drawer (Visione d'insieme), Installatione Dimensioni variabili, 2019

Papers (Pagine Di-Cenere) - Senza Titolo XX (Experienced In The Drawer, Particolare), Installation View, Accademia di Belle Arti di Verona, 2019